Truffati banche venete, Di Maio: «in settimana arrivano i soldi»

I due vicepremier Luigi Di Maio, capo del M5S, e Matteo Salvini, segretario della Lega, sono arrivati questa mattina dopo le 10 a Vicenza per l’assemblea organizzata dall’associazione “Noi che credevamo nella Banca Popolare di Vicenza” al Centro Sport Palladio. I due si sono abbracciati,ma sono arrivati sparuti fischi e contestazioni. In platea, i risparmiatori truffati dalle ex popolari venete (segui qui la diretta). Il leader del Movimento 5 Stelle al suo arrivo ha dichiarato che in settimana verranno erogati i risarcimenti ai risparmiatori previsti dall’ultima finanziaria: «noi abbiamo messo in legge di bilancio a dicembre i soldi, siamo al 9 di febbraio e questa è la settimana in cui escono i decreti e si erogano i soldi. Ci avevano detto che i soldi non c’erano, ma erano bugie».

«Tra 3-4 mesi quest’Europa sarà finita e le letterine non arriveranno più» ha aggiunto circa la lettera di allarme della Commissione europea sul fatto che il decreto del governo per i risparmiatori, che accantona l’arbitro Consob, potrebbe essere considerato aiuto di Stato. Di Maio ha infine annunciato un nuovo incontro con i risparmiatori al ministero dello Sviluppo economico in occasione del varo dei decreti attuativi della legge sul ristoro dei soci truffati. (t.d.b.)

(Fonte: Adnkronos)

(ph: Vvox)