Province, Variati: «riforma Delrio va rivista: più risorse e funzioni certe»

Le Province sono la «Casa dei Comuni», ma ciò «non necessariamente significa essere ente di secondo livello, e sul sistema elettorale, a partire dal modello di elezioni alla composizione della governance, credo sia davvero arrivato il momento per un profondo ripensamento». Lo ha detto il presidente uscente dell’Unione delle Province d’Italia (Upi) Achille Variati (in foto) nel corso dell’assemblea a Roma per l’elezione del nuovo presidente. «La riforma delle Province – aggiunge l’ex sindaco di Vicenza – deve essere profondamente rivista, perché presenta delle incongruenze e delle fragilità che non permettono a queste istituzioni di svolgere nel pieno delle possibilità, i compiti che sono stati loro assegnati».

«Servono organi politici pienamente legittimati – continua Variati – funzioni certe e omogenee su tutto il territorio, tali da valorizzare il ruolo di istituzione dello sviluppo locale, della pianificazione strategica e territoriale, della semplificazione che è insita in questo livello di governo; autonomia finanziaria e risorse necessarie alla piena copertura delle spese per le funzioni fondamentali; personale qualificato per permettere la piena funzionalità della macchina amministrativa». (r.a.)

Fonte: Adnkronos
(Ph. Imagoeconomica)

Tags: ,