Vicenza, la torre di Porta Castello riapre al pubblico

Il Torrione di porta Castello, tra i simboli della città di Vicenza, sta per riaprire al pubblico. Dopo mesi di lavori, la fortificazione scaligera sarà pronta ad accogliere i visitatori dai primi di maggio, nella sua nuova veste di spazio dedicato all’arte contemporanea. Ad annunciarlo è la Fondazione Coppola dell’imprenditore e mecenate Antonio Coppola. L’impegno della Fondazione è stato triplice: prima l’acquisto del Torrione e la sua donazione al Comune, in cambio della concessione trentennale per farne un polo artistico. Poi i lunghi e complessi lavori di restauro, rifacimento degli impianti, messa in sicurezza dei percorsi e degli spazi, seguiti con attenzione dalla Soprintendenza e ormai completati. Quindi la realizzazione degli allestimenti, dai pannelli alla nuova illuminazione museale, necessari per poter accogliere le opere d’arte.

L’apertura del Torrione coinciderà con l’inaugurazione di una prima importante mostra, che vedrà per protagonisti due artisti internazionali e i cui dettagli verranno svelati nelle prossime settimane. Così, la torre sorta nel XII secolo, ampliata da Ezzelino da Romano, abbattuta e poi ricostruita più grande con le fattezze di Castello a metà del ‘300, diventerà casa per gli artisti contemporanei e belvedere di incomparabile bellezza sull’intero territorio berico, come hanno potuto sperimentare i quasi 1500 vicentini che l’anno scorso hanno potuto visitare la Torre prima dell’avvio dei lavori. (r.a.)

(Ph. Fondazione Coppola)

Tags: ,

Leggi anche questo