Soave (Vr), ancora bocconi avvelenati: morto labrador di due anni

Si chiama Joker l’ultima vittima della crudeltà umana: un Labrador di due anni e mezzo morto per aver mangiato dei bocconi avvelenati nelle campagne di Soave (Verona), nelle vicinanze dell’agriturismo “La fenice”. A dare l’allarme è l’inseparabile padrona Sandra Gambaretto, di Roncà: «prestate attenzione, anzi non ci andate proprio», scrive su Facebook. «Abbiamo trovato carne avvelenata in quelle zone, precisamente nei campi sottostanti. Purtroppo a noi non è andata bene… speriamo di aiutare qualcuno a essere più fortunato di noi. Ciao Joker».

In  Comune di Soave ha disseminato l’area con cartelli di pericolo e diffuso un avviso: «si avverte la popolazione che in via San Lorenzo nella zona della ex cava sono state rinvenute delle esche avvelenate. La zona è potenzialmente contaminata. Si consiglia di non lasciare liberi gli animali o di dotarli di museruola». Appena 10 giorni fa, un altro caso simile è avvenuto all’altro capo del Veneto, a Spresiano (Treviso). Petra, una meticcia di 4 anni, è morta dopo aver ingerito dei bocconcini contenenti veleno.

(Ph. Sandra Gambaretto / Facebook)