Autonomia, Buffagni: «non è priorità, prima cantieri e lavoro»

Il segretario degli Affari Regionali, Stefano Buffagni, a margine di un convegno svoltosi oggi, ha voluto sottolineare come l’autonomia «non è una priorità per il paese» anche se «ci stiamo lavorando ed è scritta nel contratto di governo».

Buffagni ci ha tenuto a sottolineare che «le cose bisogna farle bene» ed è importante soprattutto «il come», perchè deve essere chiaro che qualsiasi disegno attorno all’autonomia deve essere fatto «nel rispetto dell’unità e dei servizi minimi da fornire e garantire a tutta la nazione». Secondo il sottosegretario nell’agenda del governo al primo posto ci devono essere «i cantieri e il lavoro». E un clima di «contraddizioni non aiuta a fare bene le cose per il Paese».

«C’è chi chiede la luna» ed è per questo che «i tempi si allungano», continua Buffagni che sottolinea come soprattutto sulla scuola ci siano «grosse criticità». Secondo il sottosegretario «all’interno del paese credo che nessuno possa permettersi di avere così tanti vantaggi su scuole che magari non sono pubbliche che oggi invece hanno bisogno e che ci siano dei ragazzi che non posso avere un futuro garantito. Personalmente credo che si debba tutelare tutto il paese». (a.mat.)

Fonte: Adnkronos

(ph: imagoeconomica)