Settimana prevenzione Lilt, impegno su stili di vita e fake news

Roma, 14 mar. (AdnKronos Salute) – Lotta alle fake news sui tumori e una campagna di sensibilizzazione sui corretti stili di vista. Torna dal 16 al 24 marzo, per la sua 18.esima edizione, la Settimana nazionale per la prevenzione oncologica della Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori). Selvaggia Lucarelli, scrittrice e giornalista, è il volto della campagna di quest’anno. L’iniziativa è stata presenta a Roma al ministero della Salute dal presidente della Lilt Francesco Schittulli e dal ministro della Salute Giulia Grillo. “Dobbiamo fare un lavoro come comunità italiana e internazionale per ridurre il numero dei malati e quindi prevenire i fattori di rischio, uno su tutti il tabacco – ha affermato il ministro – La Lilt fa un lavoro di prevenzione importante. Sono contenta che ci sia una campagna contro le fake news sopratutto rivolta verso i giovani”.
“Faccio da testimonial perché non sono un esempio da seguire nel campo della prevenzione oncologica – ha confessato con un sorriso Lucarelli – fino ad oggi non ho mai fatto uno screening e ora scendo in campo e mi sottoporrò ad una mammografia”. Durante la settimana nelle principali piazze italiane sarà possibile sostenere la Lilt acquistando l’olio extra vergine italiano ‘amico della salute’.
“Oggi sappiamo che il 35% circa dei tumori è legato alla cattiva alimentazione e all’obesità. Non ci sono scorciatoie, non esistono ricette miracolose, come talvolta vogliono farci credere le molteplici bufale che circolano in rete”, ha sottolineato Schittulli che ha anche chiesto alla Grillo di farsi portavoce con le Regioni “per una maggiore integrazione del lavoro di prevenzione della Lilt con quello delle Asl”.
Oltre alle visite specialistiche di controllo, che si potranno effettuare presso i quasi 400 centri prevenzione e le 106 sedi provinciali della Lilt, nel corso della Settimana nazionale per la prevenzione oncologica in tutte le principali piazze delle città italiane si troveranno i gazebo Lilt, dove i volontari forniranno consigli e informazioni sulle regole della prevenzione e dove sarà anche possibile trovare, a fronte di un modesto contributo a sostegno delle attività promosse dalla Lilt, una bottiglia di olio extravergine d’oliva italiano, alimento tipico della dieta mediterranea, amico della salute e simbolo storico della campagna di prevenzione.
Anche il campionato di calcio di Serie A scende in campo a supporto della campagna Lilt: in occasione dell’ottava giornata di ritorno di campionato l’iniziativa è stata presentata con l’esposizione negli stadi di uno striscione al centro del campo prima dell’inizio delle partite e attraverso la lettura di un breve messaggio da parte dello speaker dello stadio. La campagna è stata inoltre supportata dalla Federazione italiana arbitri Aia e ha ottenuto il patrocinio dell’Associazione Nazionale Allenatori.