Brexit, Consorzio prosecco: «preoccupati, governo ci aiuti»

Il presidente del Consorzio tutela prosecco Docg Innocente Nardi esprime forte preoccupazione per le conseguenze che la Brexit potrebbe avere sul suo settore. Come riporta Il Corriere del Veneto nell’edizione di Treviso e Belluno a pagina 10, i coltivatori di prosecco chiedono «che il governo si attivi eventualmente a capire se ci sono delle condizioni per stipulare degli accordi bilaterali direttamente con la Gran Bretagna proprio perché non ci si penalizzi nelle esportazioni». L’esportazione di prosecco verso il Regno Unito, spiegano, vale 700 milioni di euro, e la preoccupazione è comprensibile. Ma c’è anche chi propone di aprirsi a nuovi mercati. (t.d.b.)