Mamme no Pfas: «Regione Veneto faccia bonifica Miteni»

L’associazione “Mamme no Pfas” delle zone contaminate in provincia di Vicenza e di Padova commentano la relazione dei carabinieri nel Noe di Treviso, secondo cui la Provincia di Vicenzasapeva dell’inquinamento della Miteni di Trissino già dal 2006. «Il clamore, gli articoli sui giornali, addirittura i nomi, solo cronaca di tutti i giorni – scrivono in una nota – : la mafia, i rifiuti, l’acqua inquinata; solo cronaca di un mondo marcio, che i nostri ragazzi, scesi in piazza venerdì scorso stanno cercando di curare. Noi genitori dobbiamo preoccuparci del loro futuro e non del passato sul quale ci soffermiamo solo per un attimo per ringraziare il Noe dei Carabinieri di Treviso».

Le “mamme no Pfas” chiedono alla Regione Veneto «i risultati della caratterizzazione del sito Miteni (richiesta nell’ottobre scorso);  la messa in sicurezza del sito Miteni e la funzionalità della barriera idraulica; l’applicazione della delibera Regionale n. 360 del 22 marzo 2017 (incompatibilità ambientale della Miteni); progetto di bonifica e tempi di esecuzione della stessa (richiesto nell’ottobre scorso); realizzazione dei nuovi acquedotti; geolocalizzazione delle analisi degli alimenti (richiesto nel 2017)». (t.d.b.)

Tags: ,