Congresso famiglie Verona, Gandolfini choc: «minacciato di morte»

«Ho ricevuto anche minacce di morte. Un gruppo che si firma “Transfroce Antifascisti” mi ha recapitato un messaggio: “appendete Gandolfini”. Gli antifascisti vogliono farmi fare la fine di Mussolini». La rivelazione choc arriva da Massimo Gandolfini, leader del Family Day e tra gli organizzatori del Congresso internazionale delle Famiglie a Verona dal 29 al 31 marzo, in un’intervista a Libero. «Chi mi attacca – aggiunge – dice che limito i diritti altrui ma poi soffoca la mia libertà di pensiero. Mi preoccupa molto, non me l’aspettavo. Si immagini cosa avrebbero fatto di me se ci fosse stata una minaccia di morte a Luxuria o Scalfarotto firmata Family Day». (t.d.b.)

(ph: Imagoeconomica)