«Monza-LR Vicenza, trasferta vietata a tifosi biancorossi: assurdo»

«È discutibile la scelta di vietare la trasferta ai tifosi vicentini, ancora più discutibile il fatto che il diritto di prevendita resti nelle casse delle agenzie di ticketing». Sono le parole del sindaco Francesco Rucco e dell’assessore alle attività sportive Matteo Celebron in merito alla decisione della Prefettura di Monza e della Brianza di vietare la vendita, ai residenti nella provincia di Vicenza, dei tagliandi della semifinale di ritorno di Coppa Italia Serie C (Monza-LR Vicenza), in programma a Monza mercoledì 27 marzo, valevole per l’accesso alla finale di Coppa Italia della stagione 2018/2019.

«Si tratta di un brutto segnale: a pagare saranno sempre e solo i tifosi, nel vero senso della parola. Già vietare la trasferta ai sostenitori biancorossi in una partita secca e decisiva è da considerasi una scelta assurda, ma far pagare il diritto di prevendita senza alcun tipo di rimborso sa proprio di beffa. Nei prossimi giorni sarà nostra cura formalizzare la protesta, nel rispetto dello sport e dei tifosi che sono il vero cuore pulsante di un calcio ormai malato». (a.mat.)