Sanità, Regione Veneto: «via libera ad assunzione medici in pensione»

La Giunta regionale ha approvatola delibera che assegna ai direttori generali delle Ulss la possibilità di conferire incarichi di lavoro autonomo ai medici in pensione per fronteggiare la carenza di organici che, nel solo Veneto, è calcolata in 1.300 camici bianchi. «Di parole ne sono state dette tante. È il momento di agire – ha detto il governatore Luca Zaia – e noi cominciamo a farlo con questa delibera con cui apriamo in concreto alla possibilità di riportare in ospedale professionisti sicuramente capaci che, magari, avevano lasciato con dispiacere il loro lavoro».

«Con questo atto, che qualcuno potrebbe ritenere estremo – ha aggiunto Zaia – in realtà rispondiamo alla priorità numero uno, che è quella di curare al meglio i malati, basandoci su un presupposto anche giuridicamente solido: rispettare la Costituzione erogando tutti i Livelli Essenziali di Assistenza ed evitare il configurarsi dell’interruzione di pubblico servizio». (r.a.)

(Ph. Shutterstock)