Sanità: Mariela Castro, ‘anche a Cuba mancano specialisti’

Roma, 27 mar. (AdnKronos Salute) – ‘Emorragia’ di camici bianchi non solo in Italia. C’è “carenza di medici anche a Cuba, in alcune specialità. Fra queste: anestesia e rianimazione, ginecologia e ostetricia, ortopedia”. A testimoniarlo all’Adnkronos Salute è Mariela Castro, figlia del presidente cubano Raul Castro, psicologa e presidente del Centro nazionale di educazione sessuale di Cuba (Cenesex), a Roma per partecipare al congresso ‘Dal Bambino all’Adulto. Terza giornata internazionale’.
Inoltre c’è da considerare l’effetto ‘calamita’ degli Stati Uniti. “Gli Usa tentano di attrarre i nostri medici, lo sappiamo”, dice infatti Castro. Ebbene, a Cuba “si sta analizzando criticamente il problema, stimolando e favorendo lo studio della medicina: noi abbiamo il servizio militare – ricorda Castro – perché siamo un Paese sottoposto a blocco economico commerciale, ma chi vuole studiare medicina o pedagogia a Cuba non fa il servizio militare”. Inoltre “stiamo ‘semplificando’ il percorso” delle specialità dove c’è carenza di operatori.
Quanto alla sanità italiana “non la conosco bene – continua Mariela Castro – ma conosco bene tanti medici meravigliosi. Certo, è costoso garantire le cure per tutti, ma noi siamo uno stato povero capace di assicurarle comunque. Credo che uno stato ricco abbia ancor più possibilità, anche se – conclude – occorre controllare bene dove finiscono i finanziamenti”.

Tags: , ,