Congresso famiglie, Sboarina: «Verona non è oscurantista»

Il sindaco di Verona Federico Sboarina ha portato i suoi saluti al Congresso internazionale delle famiglie che inizia oggi, fino a domenica. «Qui Stiamo semplicemente parlando di un’istituzione storica che è garantita dalla nostra legge suprema. E quindi mi sembrava giusto ospitare dibattiti che parlano della famiglia solo ed esclusivamente in termini positivi e propositivi di questa cellula fondamentale della società, anche se qualcuno sembra
definirla una cellula terroristica».

«Nella mia città – aggiunge il primo cittadino scaligero – chiunque ha diritto di esprimere le proprie idee e di
confrontarsi apertamente. Oggi saremo qui dentro, domani qualcun altro sarà fuori per le strade a esprimere legittimamente un suo pensiero, ma nella mia città chiunque ha diritto di esprimere le proprie, e nessuno ha il diritto di intimidire e di intimorire chi vuole esprimere le proprie idee su un tema naturale come quello della
famiglia. Verona è stata dipinta come oscurantista e medievale. Oscurantisti e medievali sono coloro che impediscono a chiunque di esprimere il proprio pensiero. Verona ha nel suo dna il principio di accoglienza – conclude Sboarina -, dove volontariato, generosità e accoglienza sono i suoi caratteri peculiari». (t.d.b.)

(Fonte: Adnkronos)

(ph: Imagoeconomica)