Congresso famiglie, Zaia: «Medioevo è donna costretta al burka»

Inizia oggi il Congresso internazionale delle famiglie di Verona, che nei giorni scorsi ha suscitato diverse reazioni nel mondo politico. «La famiglia è la famiglia, punto e basta. Non può essere messa in discussione – ha detto il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, che interverrà al congresso e lo ha patrocinato -. La Regione Veneto è aperta alle idee di tutti, con un principio: la tua libertà finisce nel momento in cui inizia la mia, e nel rispetto di tutti.

«In questi ultimi giorni sono stato molto attaccato per la baggianata del patrocinio della Regione- ha ricordato- ecco, per questo il Medioevo non sta qui in questo congresso. Il Medioevo da combattere è quello dove alle donne è negata perfino l’istruzione e il diritto al voto e sono costrette a portare il burka. Da eterosessuale convinto mi auguro che qui si possa chiarire una volta per tutte che l’omofobia è una patologia, e non la voglia di portare avanti un’idea che viene considerata sana». (t.d.b.)

(ph: Imagoeconomica)