Juncker: «sui migranti abbiamo aiutato molto l’Italia»

Jean Claude Juncker è stato ospite ieri sera a Che tempo che fa condotto da Fabio Fazio. Il presidente della Commissione europea ha toccato vari argomento durante la sua intervista, tra cui quello dei migranti. «Noi della commissione abbiamo aiutato molto l’Italia – ha spiegato -. Non mi piace che dicano che non si fa nulla. Non è vero. In termini finanziari abbiamo aiutato ampiamente l’Italia; per almeno un miliardo di euro. Così l’Italia che è stata alle prese con questo flusso massiccio di migrazione ha potuto avvantaggiarsi della solidarietà europea che è stata forse insufficiente, ma entro le possibilità di bilancio abbiamo fatto tutto il possibile».

Poi Juncker ha parlato della Tav: «io desidererei che si facesse. L’Unione europea cofinanzia con circa 888 milioni di euro il progetto Torino-Lione. E’ un progetto importante per motivi economici, sociali e anche ambientali». Infine ha commentato la crescita zero italiana e la sua situazione economica. «I livelli stabiliti dall’Italia per la crescita si sono rivelati imprecisi. Noi l’avevamo previsto. Tutti noi riteniamo che la crescita arriverà allo 0,2% cioè zero, una sorta di stagnazione. Il governo cerca di prendere provvedimenti che permettano al Paese di crescere. Voglio crederci, ma non ne sono certo. Penso che la crescita sia in ritardo ma dire che l’Italia costituisce un rischio mi sembra un’esagerazione», ha concluso. (a.mat.)

Tags: