Vinitaly, Fantinati (M5S): «Sboarina diffida Di Maio, fuori dalla realtà»

Il sottosegretario veronese alla pubblica Amministrazione Mattia Fantinati (Movimento 5 Stelle) attacca in un comunicato il sindaco di Verona Federico Sboarina. Secondo Fantinati infatti il primo cittadino scaligero avrebbe «diffidato» il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, vicepremier e leader M5S Luigi Di Maio dal fare «passerelle politiche» al Vinitaly, che aprirà i battenti in fiera domenica 7 aprile. «Purtroppo le dichiarazioni di Federico Sboarina, il sindaco della mia splendida città, Verona, mostrano quanto l’uomo sia totalmente scollegato dalla realtà. – afferma Fantinati -. Dopo la tre giorni di Congresso delle Famiglie, evento dai contenuti decisamente opinabili costato ai cittadini veronesi la bellezza di 150.000 euro, si permette di diffidare un ministro del governo Italiano dal partecipare ad una manifestazione pubblica di rilevanza internazionale di cui non è proprietario né il Comune di Verona né il sindaco».

«Il ministro Di Maio è stato invitato da Veronafiere – aggiunge Fantinati – ed è atteso dai tanti operatori del settore vitivinicolo e sarà presente non per le passerelle, ma per parlare concretamente di export ed investimenti. Consiglio a Sboarina, che da mesi non sentiamo fiatare su nessuna delle grandi questioni che gravano su Verona, di tornare ad occuparsi della sua passione calcistica a tempo pieno, unico argomento che sembra risvegliarlo da un torpore a cui sta condannando tutta l’Amministrazione Comunale. Verona – conclude il sottosegretario– è molto meglio del suo primo cittadino». (t.d.b.)

(ph: Imagoeconomica)

Tags: ,