«Congresso famiglie, Sboarina difende l’indifendibile»

Il consigliere comunale di Verona e sinistra in Comune Michele Bertucco interviene in una nota sul Congresso internazionale delle famiglie, conclusosi domenica, criticando il sostegno del sindaco Federico Sboarina alla manifestazione. «Dal feto di gomma agli attacchi all’autodeterminazione delle donne – afferma Bertucco –  il sedicente congresso mondiale delle famiglie si è confermato per quello che si era annunciato alla vigilia: un palcoscenico internazionale per integralisti religiosi ed estremisti di destra, come dimostra anche il tentativo di Forza Nuova di rilanciare il referendum contro la Legge 194. L’unico a non volerlo vedere è il sindaco che continua a parlare di un modello idilliaco di famiglia che ai relatori della gran Guardia era sconosciuto. Sboarina assomiglia a quel tizio delle storielle che imbocca l’autostrada in senso contrario e si chiede come mai tutti viaggino in contromano».

«Per fortuna la grande mobilitazione popolare di sabato ha saputo riscattare la città dalla cecità di questa amministrazione ostaggio di integralisti ed estremisti che continua a mettere Verona alla berlina con iniziativa insostenibili. Perfino Zaia e Salvini – prosegue Bertucco – hanno dovuto dire che la 194 non si tocca lasciando con il cerino in mano il padrone di casa, Sboarina, solo a difendere l’indifendibile. Nel 2019 le famiglie sono tante, non c’è un modello da privilegiare, perché prima delle ideologie vengono le persone con i loro bisogni». Bertucco commenta poi le affermazioni del sindaco sul Vinitaly, riportato anche dal sottosegretario Fantinati: «aggiungendo danno al donna ora Sboarina cerca di sviare l’attenzione scagliandosi contro Di Maio che viene bollato come indesiderato in vista del Vinitaly. Per quanto inadeguato come vicepremier (al pari di Salvini) il veto di Sboarina non raddrizza un torto ma crea un ulteriore danno a Verona – conclude il consigliere comunale – politicizzando anche la più grande manifestazione economica cittadina». (t.d.b.)

Tags: ,