Taglio vitalizi anche in Regione, tutti d’accordo: «traguardo storico»

Lega e M5S, fronte comune sul tagli dei vitalizi alle Regioni. L’accordo si basa sull’introdurre un sistema incentrato sul contributivo, sulla falsariga di quello applicato alla Camera su spinta dei 5 Stelle. E che, stando ai numeri in mano all’esecutivo, nel caso delle Regioni comporterebbe risparmi fino a 30 milioni l’anno.

Esulta il vicepremier Luigi Di Maio: «oggi è un’altra giornata storica. Da ricordare. Dopo il taglio dei vitalizi in Parlamento, abbiamo trovato un’intesa sul taglio dei vitalizi anche nelle Regioni, dove verrà applicato il metodo contributivo, come accade per qualsiasi altra persona normale. Questo consentirà di risparmiare circa 150 milioni di euro in 5 anni». Anche l’altro vicepremier, Matteo Salvini, è soddisfatto: «taglio di sprechi e privilegi, con la Lega si passa dalle parole ai fatti. Ne sono orgoglioso».

Soddisfatta anche il ministro degli affari regionali Erika Stefani: «è stata raggiunta un’intesa che si è basata sulla
interlocuzione fondata sul principio della leale collaborazione: abbiamo raggiunto un traguardo storico, è stata detta la parola fine sui benefici odiosi che oramai erano anacronistici. Oggi, siamo in un mondo dove una certa concezione di casta non deve più esistere: siamo tutti dei lavoratori, tutti dobbiamo essere trattati in eguale maniera e tutti dobbiamo darci da fare e investire sul futuro del Paese». (a.mat.)

Fonte: Adnkronos