Caos Brexit, dal referendum Londra ha “bruciato” 77 miliardi di euro

La Brexit è costata all’economia britannica 550 milioni di sterline alla settimana dal referendum del 2016. Lo evidenzia un rapporto dell’agenzia di rating Standard & Poor’s: la paralisi politica a Westminster ha provocato un calo di investimenti delle imprese pari al 3% del pil. Ciò equivale a una «perdita di attività economica» di 66 miliardi di sterline dal giugno 2016 (pari a circa 77 miliardi di euro).

«L’effetto più visibile – spiega S&P – è stato il deprezzamento della sterlina, che ha innescato un aumento dell’inflazione. Il risultato finale è stato quello di erodere il potere di spesa delle famiglie. L’agenzia sottolinea inoltre che tale crollo della sterlina non ha portato ad un aumento delle esportazioni, come sostenuto dai sostenitori della campagna per l’uscita del Regno Unito dall’Ue. (r.a.)

Fonte: Daily Mail
(Ph. Shutterstock)

Tags: