Maltempo in Veneto, stato di attenzione per rischio valanghe

Il Centro Funzionale Decentrato della Regione del Veneto, a seguito del bollettino meteo che prevede forti piogge e nevicate, ha diramato lo stato di attenzione al fine di agevolare le operazioni della Protezione civile dalle 14 di oggi alle 10 di sabato. In particolare su Dolomiti e Prealpi venete preoccupa il rischio valanghe. «Il pericolo di valanghe – si legge in un comunicato della Regione –  nella giornata di oggi è in aumento a 3 marcato e sono possibili distacchi spontanei di valanghe di neve fresca/recente lungo i ripidi pendii in tutte le esposizioni. In quota, le valanghe potranno essere anche di grandi dimensioni. Con le nevicate previste, il pericolo di valanghe diventerà 4 forte da venerdì mattina e la criticità valanghe “arancione”. Saranno da aspettarsi distacchi spontanei di valanghe di fondo, specie lungo i pendii ripidi (>30°) erbosi, scaricamenti e valanghe molto grandi in quota. Le valanghe potranno interessare la viabilità dei passi dolomitici e di alcuni fondovalle in quota». Lo stato di attenzione riguarda anche i fiumi, in particolare i bacini di Alto Piave, Piave Pedemontano, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Basso Brenta-Bacchiglione, Livenza, Lemene e Tagliamento.

«Nel corso del pomeriggio di oggi – recita il bollettino dell’Arpav – progressiva intensificazione ed estensione delle precipitazioni, a partire da ovest, con frequenti rovesci e temporali, localmente anche di forte intensità; quantitativi abbondanti sulle zone montane con significative nevicate. Quota neve generalmente da 1500/1800 metri in calo nella notte o durante i rovesci fino a 1200/1400 m sulle Prealpi, sulle Dolomiti da 1300/1500 m a 800/1000 m specie nel tardo pomeriggio nelle valli chiuse. Domani, nella notte e fino al primo mattino probabilità alta di precipitazioni diffuse salvo sui settori sud-occidentali dove la probabilità di precipitazioni sarà medio-bassa; limite della neve in calo nella notte fino intorno ai 700/1000 m in successivo rialzo. Nel pomeriggio fenomeni in progressivo diradamento ed esaurimento a partire da ovest salvo residue deboli precipitazioni sui settori orientali (probabilità medio-bassa 25-50%). Precipitazioni in esaurimento ovunque entro fine giornata».