Truffati banche venete a Moretti (Pd): «non siamo speculatori»

Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviata dall’associazione di risparmiatori “Noi che credevamo in BpVi e Vb” alla consigliere regionale del Partito Democratico Alessandra Moretti

Pregiatissima Consigliere Moretti,

Le esprimiamo amarezza dopo aver sentito le sue dichiarazioni di questa mattina ad Omnibus La7. Ancora una volta La sentiamo parlare di speculatori da non risarcire ignorando il contenuto della norma approvata, che esclude i soggetti a rischio speculazione. Le ricordiamo che la Banca, e noi di conseguenza, dobbiamo la nostra situazione ad una mancanza endemica di informazioni, controlli e responsabilità tra chi valutava, vendeva, gestiva e prestava i nostri soldi.

Chi ci ha guadagnato in queste banche i soldi li ha portati via, non li ha messi. Lei, più di altri, dovrebbe saperlo avendo il precedente governo a guida Pd secretato documenti tra cui quelli dei grandi debitori, cioè quelli che il buco lo hanno fatto. Da vicentino mi sarei aspettato almeno da Lei una posizione più neutrale e meno politicamente schierata per un senso di giustizia e la tutela dei suoi concittadini.

Luigi Ugone

Presidente associazione Noi che credevamo