CasaPound contro Facebook: «cancellati profili di leader e candidati»

CasaPound contro Facebook, accusato di aver censurato «senza motivazione» i profili di vari leader e candidati. Il partito scrive proprio sul social network: «sono passati solo quattro giorni dall’annuncio che concorreremo alle elezioni europee del 26 maggio con una nostra lista presente in tutte le circoscrizioni elettorali e la task force dei censori di Facebook non ha perso tempo, cancellando sistematicamente gli account personali dei maggiori esponenti di CasaPound Italia».

Il primato nazionale riporta l’elenco i profili chiusi: sarebbero quelli di Gianluca Iannone (presidente di CasaPound Italia), Andrea Bonazza (responsabile Cpi e consigliere comunale a Bolzano), Maurizio Ghizzi (consigliere Cpi a Bolzano), Emmanuela Florino (portavoce di Cpi Napoli), Carlotta Chiaraluce (portavoce di Cpi Ostia), Roberto Acuto (responsabile Cpi Napoli), Giorgio Ferretti (candidato Cpi ad Ascoli Piceno), Mario Eufemi (candidato Cpi a Nettuno), Fernando Incitti (responsabile di Frosinone ed ex candidato sindaco), Fabio Barsanti (consigliere comunale Cpi Lucca). Sempre secondo il partito, dietro a questa censura ci sarebbe «un disegno ben preciso che mira a cancellare le voci dissonanti rispetto alla narrazione dominante». (a.mat.)

(ph: Barbicone/Wikipedia)

Tags: