Treviso, trova operai dopo appello social: ditta realizza ponteggio record

Lo scorso dicembre la ditta Euroedile di Postioma di Paese (Treviso) aveva lanciato un appello sui social per trovare operai raccontando che da qualche mese doveva rinunciare a commesse importanti per la mancanza di operai. Ora, non solo ha trovato personale, ma ha anche realizzato un ponteggio record. Una squadra di quindici operai specializzati e tecnici, tra cui alcuni assunti dopo l’appello, hanno infatti lavorato sospesi nel vuoto a 85 metri d’altezza per ingabbiare la “torre Eiffel della Brianza“,  in provincia di Lecco, cioè il ponte di San Michele, pesante più di 6 mila quintali, che dovrà essere restaurato. La superficie del ponteggio era di 17600 metri quadri, di cui 10 mila in sospensione. «La risonanza mediatica – ha spiegato l’amministratore della Euroedile Nereo Parisotto – avuta dopo l’annuncio di ricerca personale sui social ci ha consentito di venire a contatto con operai specializzati con ruoli di chiave e mezza chiave che sono risultati importantissimi per realizzare questa opera di ponteggio straordinario effettuato su un ponte dalle caratteristiche non consuete».

«Se siamo riusciti in quest’impresa – aggiunge -, lo dobbiamo quindi anche alla stampa e mi sento dunque di ringraziare tutte le testate giornalistiche che indirettamente ci hanno permesso di reclutare il personale che
cercavamo da tempo. E’ stato un ponteggio complesso perché si tratta di un ponte unico nel proprio genere, dove ci sono tutte le difficoltà immaginabili. Lavorare a quasi un centinaio di metri, su una struttura piena di curve, richiede i massimi requisiti di sicurezza ma anche grandi abilità da parte dei tecnici e degli operai». (t.d.b.)

(Fonte: Adnkronos)

(ph: Shutterstock – Richard Hayman)

Tags: ,