Autonomia, Zaia a Roma: «basta sciocchezze su legalità riforma»

«Abbiamo avviato un progetto in linea con la Costituzione repubblicana e con tutte le leggi. Non possiamo accettare che ci si permetta di dire sciocchezze sulla legalità di questo percorso, che ha un vaglio estremo, quello della Corte Costituzionale. E ricordo che uno dei giudici in quel momento era Sergio Mattarella». Lo ha detto il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, durante l’audizione in Commissione parlamentare per le Questioni regionali, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sul processo di attuazione del “regionalismo differenziato“.

Zaia ha ricordato che dopo una lunga battaglia «la Corte Costituzionale ha dato ragione» al Veneto sulla legge referendaria «e ci ha autorizzato a chiedere ai veneti se sono favorevoli ad attribuire alla Regione nuove forme e condizioni particolari di autonomia». Zaia auspica che «la discussione entri in parlamento, non ci fa paura». Per il governatore, infatti, è possibile «affrontare la discussione parlamentare lasciando ampio spazio al parlamento di dare indicazioni, suggerimenti». Tuttavia bisogna «dare modo al parlamento di discutere sulla base di una bozza di contratto». (r.a.)

Fonte: Adnkronos

(Ph. Imagoeconomica)

Tags: ,