Tagli all’accoglienza, Coop venete: «bloccate i bandi»

Legacoop e Confcooperative del Veneto hanno scritto alle prefetture di Padova, Verona e Belluno chiedendo di bloccare le gare per l’assegnazione dei fondi per l’accoglienza diffusa. Per le due associazioni, che raccolgono il 90% delle cooperative sociali della regione, il taglio dei fondi da 35 a 18 euro per migrante al giorno azzera la capacità di integrazione tra i richiedenti e la popolazione residente.

«Non siamo albergatori – si legge nella nota, riportata da Luca Preziusi sul Mattino di oggi – se le prefetture non ritirano non rivedono le quote saremo costretti a mandare deserti i bandi». Inoltre, «con queste cifre almeno 350 persone resteranno senza lavoro, prevalentemente donne con altissima specializzazione».

(Ph. Shutterstock)