Codice della strada: stretta su smartphone e sosta vietata. Tutte le novità

Il testo base sulla riforma del codice della strada è stato inviato ai gruppi parlamentari e dovrebbe arrivare in aula a Montecitorio il mese prossimo. La prima novità introdotta da M5S e Lega è l’inasprimento delle sanzioni per chi viene sorpreso alla guida con «smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi». Le multe aumenteranno «da euro 422 ad euro 1.697», con «sospensione della patente di guida da 7 giorni a 2 mesi». E in caso di infrazione ripetuta, il trasgressore sarà «soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 644 ad euro 2.588, alla sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da 1 a 3 mesi» e alla decurtazione dei punti patente, che passa da 5 a 10 punti». Punti decurtati, due, anche per chi sosterà su spazi riservati alla ricarica dei veicoli elettrici, e quattro per chi parcheggia su spazi riservati ai disabili o sul marciapiede, con multe raddoppiate rispetto ad oggi.

Come riporta Emilio Pucci sul Messaggero, sul fronte dei controlli, l’uso di sostanze psicotrope potrà essere dimostrato con accertamenti sulla saliva effettuati anche dai laboratori mobili e chi si rifiuta rischia una multa da 422 a 1.697 euro. Tra le altre novità, è prevista l’esenzione dal pagamento del bollo per i veicoli storici, i parcheggi rosa saranno gratis per le donne in gravidanza e per chi ha in auto bambini fino ad un anno di età, viene abolito l’obbligo di uso diurno delle luci di posizione e degli anabbaglianti, gli scooter 125 potranno circolazione su autostrade e strade extraurbane. Inoltre, il foglio rosa sarà valido per 12 mesi, e verranno introdotti nella segnaletica stradale messaggi sociali e di sensibilizzazione. Niente innalzamento del limite di velocità nelle autostrade a tre corsie, divieto di fumo alla guida, né permesso per le bici di andare contromano, come ventilato in un primo momento. (r.a.)

(Ph. Shutterstock)

Tags: