Inps, la proposta del commissario Tridico: «ridurre orario di lavoro»

Il commissario dell’Inps Pasquale Tridico, designato come successore di Tito Boeri alla presidenza dell’ente previdenziale ed ex consigliere economico di Luigi Di Maio, ha lanciato una proposta che sicuramente farà discutere per «redistribuire la ricchezza e aumentare l’occupazione», cioè quella di ridurre l’orario di lavoro. Il concetto non è nuovo, cioè lavorare meno per lavorare tutti. «Siamo fermi in Italia all’ultima riduzione dell’orario dal 1969, – ha spiegato Tridico in una lectio magistralis alla Sapienza – non ci sono riduzioni da 50 anni e andrebbe fatta. Gli aumenti di produttività vanno distribuiti o con salario o con un aumento del tempo libero. Con questa riduzione aumenterebbe l’occupazione».

Tridico ha indicato anche altre misure che porterebbero una riduzione delle diseguaglianze sociali. «Un reddito minimo garantito condizionato alla povertà, un programma di lavoro pubblico come strumento automatico di stabilizzazione (un lavoro transitorio di cittadinanza), limiti alla mobilità dei capitali, regole antidumping sociale e ambientale nel commercio internazionale, una regolamentazione – ha concluso Tridico – finanziaria stringente». (t.d.b.)

(Fonte: Adnkronos)

(ph: Imagoeconomica)

Tags: