Tav Bs-Vr, consiglieri veronesi M5S a Di Maio: «no a tradimenti»

Dopo l’apertura del leader M5S, vicepremier e ministro Luigi Di Maio alla Tav, almeno per quanto riguarda il tratto Brescia-Verona, 31 consiglieri comunali, regionali e di circoscrizione hanno deciso di  scrivergli per ribadire il loro no. Come riporta Marta Vanzetto su  L’Arena di oggi a pagina 19, tra i firmatari risulta anche il capogruppo M5S in consiglio regionale Manuel Brusco. «Il Movimento 5 Stelle non è mai stato contrario alle grandi opere, ma solo ai grandi sprechi – spiegano -. Siamo quindi a favore di opere che vadano a migliorare ed efficentare la linea ferroviaria esistente, sia per le tratte a lungo raggio, ma soprattutto a favore dei pendolari sulle tratte regionali. Il progetto Tav attuale è estremamente costoso, obsoleto e ambientalmente poco sostenibile. Auspichiamo un confronto stretto con il territorio. Senza – concludono – il nostro mandato risulterebbe senz’altro tradito». (t.d.b.)

(ph: Imagoeconomica)

Tags: