Fondo risparmiatori, Bitonci: «non c’è nessun taglio»

«Le accuse di taglio al fondo indennizzo risparmiatori del Def sono strumentali e demagogiche». A dirlo è il sottosegretario all’Economia e Finanze Massimo Bitonci che sottolinea come «la legge di bilancio per il 2019 ha previsto uno stanziamento complessivo per il triennio 2019-2021 del Fir (fondo indennizzo risparmiatori) di circa 1,5 miliardi, pari a 525 milioni in ciascun anno del triennio. Nel valutarne l’impatto sul conto consolidato della Pa (indebitamento netto) si deve tenere conto sia della quota di circa 500 milioni già inclusa tra le spese previste nei tendenziali a legislazione vigente che degli ipotizzati tempi di istruttoria e pagamento dei rimborsi».

Pertanto, conclude Bitonci, nelle previsioni del Def «non c’è alcun taglio. Vengono soltanto scontati in termini di effettivi rimborsi di cassa 325 milioni nel 2019, 575 milioni nel 2020, 425 milioni nel 2021 e 175 milioni nel 2022. Trattasi di una previsione di cassa che non intacca il limite annuo di spesa massima, che permane in 525 milioni di euro annui». (a.mat.)

Fonte: Adnkronos

(ph: imagoeconomica)