«Rom non sono uguali a noi»: scatta l’applauso, Formigli si dissocia

Ieri a Piazzapulita su La7 si parlava di Casal Bruciato, periferia romana dove, come a Torre Maura, i residenti hanno protestato contro la presenza di alcuni rom. «La sindaca Raggi dovrebbe pensare prima agli italiani che stanno male. I rom non sono uguali a noi – ha detto uno dei residenti – perché insegnano ai loro figli cose che noi non insegneremmo mai, non danno un buon esempio». Alle sue parole è scattato l’applauso del pubblico in studio, ma il conduttore Corrado Formigli ha poi detto: «mi devo dissociare da questo applauso, questa reazione mi spaventa. Mi viene da chiedermi come mai siamo arrivati a questo punto di applaudire uno che dice che una persona non è uguale all’altra». (t.d.b.)

(ph: Imagoeconomica)