Sessuologa: «gli anziani fanno sesso molto più dei giovani»

«Gli anziani fanno sesso ancora. E lo fanno sempre di più e anche più dei giovani». Sono queste le parole della sessuologa Rosamaria Spina ai microfoni di “Genetica oggi”, su Radio Cusano Campus a commento di alcune recenti statistiche secondo cui i giovani fra i 18 e i 30 anni fanno molto meno sesso rispetto ai loro coetanei di 20 anni fa. Senza calcolare che oggi l’età media del primo rapporto arriva prima rispetto ad allora.

La sessuologa prova a dare una motivazione a questo fenomeno: «ovunque si parla di sesso. Dappertutto troviamo immagini di ogni tipo che portano a una maggiore curiosità, e quindi a voler sperimentare prima il sesso. E’, però, una aspettativa che viene disattesa e delusa, tanto se ne parla. Ci si aspetta chissà cosa per poi scoprire che il tutto è molto più “semplice”. Per questo motivo i rapporti poi nel tempo diminuiscono: non sono così soddisfacenti come si pensava all’inizio».

Diverso, invece, è il caso degli anziani. «Fanno più sesso dei giovani, perché finalmente hanno la libertà di concedersi e di dedicarsi a della sana attività sessuale. I giovani sono ancora preoccupati della performance con una altissima ansia da prestazione. Quando si arriva ad una certa età, alcune problematiche sono state superate. Si fanno i conti con il proprio corpo, ci sono le rughe, le smagliature, si è meno elastici di un tempo, ma chi se ne importa. Si pensa al “Godiamoci quello che c’è, prendiamoci quello che ci possiamo prendere in quel momento”». (a.mat.)

(ph: shutterstock)

Tags: