Verona, Maschio (FdI): «lingua veneta, ero ironico»

Il presidente del consiglio comunale di Verona, Ciro Maschio (Fratelli d’Italia) precisa a Vvox che il suo intervento di ieri durante la seduta consigliare a Palazzo Barbieri era «una provocazione ironica». L’onorevole aveva commentato con «una battuta» la proposta di Anna Grassi (Lega) di inserire la lingua veneta come opzione nel sito del Comune. «Il mio partito non ha votato l’ordine del giorno perchè preferiamo dare priorità a temi più amministrativi che non propagandistici».

(ph: imagoeconomica)