Vicenza, servizio su inquinamento: gomme bucate a giornalista Tgr Veneto

Il giornalista del Tgr Veneto Matteo Mohorovicich questa mattina ha subito un’intimidazione a Rosà (Vicenza). Al ritorno con la sua troupe da un servizio sull’inquinamento da idrocarburi e cromo esavalente in un torrente ha trovato le quattro gomme dell’auto bucate. «La Rai -si legge in una nota aziendale- considera l’aggressione subita dal giornalista Matteo Mohorovicich e dal suo operatore, mentre stavano svolgendo il loro lavoro, un servizio giornalistico sull’inquinamento nell’area di Rosà, nel Vicentino, un atto intimidatorio gravissimo, inaccettabile e intollerabile. La troupe al termine del sopralluogo ha ritrovato l’auto con le quattro gomme tagliate. L’azienda esprime al giornalista e all’operatore vicinanza e solidarietà».

«Atto intimidatorio vile e ignobile da condannare senza se e senza ma» lo ha invece definito il presidente della Regione Veneto parla Luca Zaia. «Le mani che questa mattina hanno tagliato le ruote dell’auto della troupe della Rai del Veneto – aggiunge  il governatore – rispondono ad un codice di intimidazione malavitosa che infanga i principi basilari della nostra convivenza. A nome di tutti i veneti esprimo vicinanza ai giornalisti e agli operatori della Rai e pieno riconoscimento per il loro lavoro, volto a garantire a istituzioni e cittadini il diritto-dovere di informare e di essere informati. Mi auguro che sia fatta luce al più presto sulla matrice e sui responsabili di questo atto inqualificabile – conclude Zaia – e che la giustizia faccia celermente il proprio corso». (t.d.b.)

(ph: facebook – Matteo Mohorovicich)

(Fonte: Adnkronos)