Debito Italia, Fmi: «troppo alto, serve tassa su prima casa»

Il Fondo monetario internazionale lancia l’allarme sul debito pubblico mondiale, arrivato a 184 mila miliardi nel 2017. Per quanto riguarda l’Italia il Fiscal Monitor degli economisti dell’Fmi non lascia troppe speranze: «in Italia, spread sovrani alti a lungo potrebbero pesare sulla crescita e sulle prospettive fiscali e bancarie mentre nuovo stress esercitato da un balzo dei costi per finanziarsi potrebbe intaccare altri Paesi nella regione». Come soluzione gli economisti propongono di reintrodurre l’Imu sulla prima casa, tassa tolta nel 2014 per questo tipo di abitazioni ad eccezione degli immobili di lusso. «I patrimoni – aggiungono infatti – potrebbero essere tassati attraverso una tassa moderna sulle residenze primarie». (t.d.b.)

(Fonte: IlSole24Ore)

(ph: Shutterstock – Bumble Dee)