Sandrigo (Vi), affogò cane con pietra al collo: 6700 euro di multa

La scena che si sono trovate davanti le persone che hanno rinvenuto la carcassa del cane ai bordi di un laghetto di Sandrigo, in provincia di Vicenza, è stata terribile: cranio deformato e un sasso legato al collo. Tutto per assicurarsi che quella giovane femmina di pitbull morisse annegata. Il povero animale fu ritrovato in stato di decomposizione l’8 marzo 2018 e i carabinieri si erano subito messi alla ricerca di chi potesse aver compiuto un atto così crudele.

Non c’è voluto molto a risalire al proprietario grazie al microchip e ad incastrarlo verificando con i tabulati telefonici i suoi spostamenti. Ad un anno di distanza e dopo accurate indagini, la procura di Vicenza ha condannato l’uomo a 6 mesi di reclusione sostituiti con 6700 euro di multa. La pena è stata sospesa e per questo la Lega antivivisezione di Vicenza sta valutando  se procedere con una richiesta di risarcimento dei danni, in qualità di parte offesa. (a.mat.)

Fonte: Gazzettino

(ph: shutterstock)

Tags: ,