Venezia, furto di ostie a S. Felice. Moraglia: «più grave di Notre-Dame»

«Profanare l’Eucarestia è qualcosa di molto più grande e grave anche dell’incendio della cattedrale di Notre-Dame». Lo ha detto ieri sera il patriarca di Venezia Francesco Moraglia riferendosi al furto di un ostensorio, di una croce astile e di un calice compiuto sabato sera nella chiesa di San Felice. «Ci ha turbato molto vedere quel tesoro conosciuto in tutto il mondo bruciare. Ma quello che è accaduto qui è qualcosa di infinitamente più grande. E’ terribile l’atto di profanazione».

Moraglia ha anche scritto una lettera al parroco di San Felice, don Raffaele Muresu ribadendo il carattere «gravissimo e inquietante» del furto sia perchè «viene a toccare il bene sommo del Santissimo Sacramento» e sia perchè «è avvenuto durante l’inizio della Settimana Santa». (a.mat.)

Fonte: Agensir

(ph: Facebook Francesco Moraglia)