Piero Angela contro i social: «strumenti di distruzione di massa»

Vi ricordate Edoardo Angela, figlio 20enne dell’apprezzatissimo Alberto (clicca qui per leggere)? Qualche tempo fa il web era letteralmente impazzito per lui dopo che alcune sue foto erano diventate virali. Oggi il nonno Piero, in un intervista a Chi, confessa: «per me è stata una tragedia quando mio nipote Edoardo è diventato un idolo del web. Lui è un bravo ragazzo, con la testa sulle spalle. Dopo quel polverone mediatico ha dovuto togliere tutte le sue immagini, rendendo privato quello che, fino a poco prima, era pubblico. La tecnologia è importante e straordinaria per quello che riguarda lo studio e l’informazione, ma negativa per la privacy. I social rischiano di diventare uno strumento di distruzione di massa».

D’altronde, nonostante il lavoro che fanno che li ha resi popolarissimi, gli Angela ci tengono molto alla loro riservatezza. Soprattutto la moglie di Piero, Margherita per la quale spende parole bellissime: «è una donna meravigliosa. Non ha mai voluto essere fotografata. Quando andiamo a teatro entriamo separatamente e ci sediamo sempre in posti diversi.Il nostro è stato un colpo di fulmine. Nel lavoro non mi ha mai seguito, ma il suo appoggio non mi è mai mancato». (a.mat.)

(ph: imagoeconomica)

Tags: