Peruffo querelato, Berti (M5S): «Regione Veneto intimidisce cittadini “no pfas”»

Il consigliere regionale ed ex capogruppo del Movimento 5 Stelle Jacopo Berti interviene in un comunicato sulla querela presentata dall’avvocatura della Regione Veneto nei confronti dell’attivista “no pfas” Alberto Peruffo di Montecchio Maggiore (Vicenza) . «Chiedo all’assessore (Bottacin, n.d.r.) se era proprio necessario minacciare di querela una delle poche persone che in tutta la vicenda Pfas sta parlando di questo disastro – afferma Berti -. Se ci sono delle inesattezze sul suo conto ha diritto di dirlo e, con la visibilità che ha, non credo abbia problemi a tutelare la sua immagine. Ma perché intimidire in questo modo la cittadinanza attiva su un tema come i Pfas dove proprio il silenzio ha giocato un ruolo determinate?».

«C’è stato troppo silenzio, caro Bottacin – aggiunge Berti – da parte delle istituzioni e degli enti come Arpav che, secondo la relazione dei Noe, sapevano da anni di questo inquinamento e non hanno fatto niente. In Veneto sembra essere vietato parlare di inquinamento. Per questo – conclude Berti – noi continuiamo a gridarlo».