Sri Lanka, premier: «attacchi potevano essere fermati»

Mentre il bilancio dei morti e dei feriti continua ad aggravarsi, il premier dello Sri Lanka, Ranil Wickremesinghe, durante una conferenza stampa ammette che gli attacchi terroristici di Pasqua avrebbero potuto essere «prevenuti o almeno contenuti» se i rapporti di intelligence fossero stati gestiti correttamente.

«Tutto quello che sappiamo è che c’erano legami con l’estero – continua il premier -. C’è stato un addestramento e un coordinamento come non avevamo mai visto. Molti attentatori sono stati identificati ma non tutti. Altri sospettati rimangono in libertà e sono armati e pericolosi». Il premier ha infine confermato che tutte le persone finora arrestate sono cittadini dello Sri Lanka. (a.mat.)

Fonte: Adnkronos

(ph: wikipedia/Vikalpa)

Tags: