Bergamo, vandali in azione in sede Lega. Salvini: «nazisti rossi»

Atto vandalico questa notte la sede della Lega di via Zanica a Bergamo. Il quartier generale di Giacomo Stucchi, ex parlamentare e candidato sindaco, è stata imbrattata con della vernice rossa e delle minacce nei confronti di Matteo Salvini. Il leader del Carroccio ha commentato su Facebook: «ecco come hanno ridotto stanotte la sede elettorale della Lega a Bergamo, con tanto di scritta Salvini muori sul marciapiede. Vigliacchi, violenti, penosi nazisti rossi, spero vi prendano. Più ci attaccate, più ci date forza».

Arriva anche la condanna e la solidarietà del presidente della Regione Veneto Luca Zaia: «nessuno provi a declassare a idiozie ciò che è accaduto a Bergamo. Gli autori di queste intimidazioni sono delinquenti veri e propri, e come tali vanno trattati, anche per la pericolosità del loro messaggio violento e antidemocratico. Rivolgo a Stucchi e Salvini tutta la mia solidarietà umana e istituzionale ma non è la prima volta, e temo non sarà l’ultima, perché da tempo si respira un’aria d’odio che non va sottovalutata, prima che succeda qualcosa di ancora più grave. Sappiano questi delinquenti che nessun vero democratico si farà intimidire dalle loro minacce e che la democrazia non li teme». (a.mat.)

 

Tags: