Brexit, premier Scozia: «se passa, referendum per lasciare UK»

Il governo della Scozia è pronto a indire un nuovo referendum sull’indipendenza dal Regno Unito entro il 2021 se Londra uscirà dall’Unione europea. «Deve essere offerta una scelta fra la Brexit e un futuro come nazione europea indipendente», ha detto oggi la “first minister” Nicola Sturgeon (in foto), intervenendo al parlamento di Edimburgo. Per un secondo referendum, dopo quello del 2014, servirà il via libera del governo di Londra, che finora è sempre stato contrario a concederlo. Una posizione giudicata «insostenibile» per la Sturgeon.

La consultazione popolare del 2014, promossa dal partito nazionalista scozzese (Snp) della Sturgeon aveva respinto la secessione con il 55% dei voti, ma sull’esito giocò anche il fatto che l’indipendenza avrebbe comportato l’uscita dall’Ue, con successivi negoziati per poter poi diventare un paese membro. Ora la Brexit potrebbe cambiare la situazione, dato che già al referendum del 2016 il 65% degli scozzesi ha votato contro l’uscita dall’Unione Europea. (r.a.)

Fonte: Adnkronos

(Ph. Shutterstock)