Preghiera suore clausura per parlamentari: «non tradite italiani»

Sono preoccupate per la sorte del Paese e per questo le suore di clausura domenicane, in vista del 29 aprile quando si celebrerà Santa Caterina da Siena, patrona d’Italia, hanno deciso di scendere in campo per dare una sferzata agli oltre 900 parlamentari. Hanno redatto una preghiera per l’Italia per chiedere ai politici di fare un esame di coscienza e prodigarsi «per il bene comune» senza mai «tradire le aspettative degli italiani» includendo un invito a meditare attentamente sui 10 comandamenti.

Ecco la preghiera ai nostri politici benedetta dalle religiose di clausura:
A te Santa Caterina Patrona d’Italia ricorriamo con suppliche accorate per le sorti di questa nostra Nazione di cui sei sicura protettrice. A te chiediamo soprattutto pace e concordia per il popolo italiano da te tanto amato, pregandoti di intercedere presso il Signore Gesù affinchè lavoro e prosperità non manchino mai al nostro amato paese. In special modo, o Santa Caterina, te lo chiediamo per i giovani, per tutti i disoccupati, per gli ammalati e per le famiglie italiane che faticano a vivere con onestà e sobrietà in questa terra benedetta da Dio. Orsù dunque, santa Patrona d’Italia, insieme a San Francesco nostro, ottienici dal Signore quanto richiesto, essendo che non si è mai udito che non venga esaudito chi a Lui ricorre con fede sincera. E noi, legislatori di questa Nazione, in pegno del premio promesso, ti offriamo ogni nostro impegno per il rispetto della legge di Dio, a favore del bene nostro e di tutto il popolo italiano. (a.mat.)

Fonte: Adnkronos

(ph: shutterstock)

Tags: