Venezia, Brugnaro ai venetisti: «San Marco è la nostra storia»

«Par Tera, par mar, San Marco!». Così ieri il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro (in foto) ha salutato la folla venetista radunatasi in piazza San Marco in occasione della Festa del patrono della Serenissima. Terminate le celebrazioni per la Liberazione, il sindaco si è tolto la fascia tricolore ed è salito sul palco, accanto a Giovanni Giusto (Lega), delegato alle Tradizioni. «Vogliamo festeggiare il Santo Patrono all’insegna della cultura degli spettacoli e delle rievocazioni storiche», ha detto Brugnaro. «Questi non sono ricordi nostalgici, ma un modo per riconoscere la nostra storia fatta di Acqua e di Terra».

«L’onestà – prosegue – qui si applicava, non si dichiarava, e si deve continuare ad applicare. Questo è il senso di ricordare la Serenissima. È il rispetto della gente che lavora, delle imprese. L’idea che per essere liberi dobbiamo farcela da soli». Come riporta La Nuova Venezia di oggi, il sindaco ha poi aggiunto: «io sono orgoglioso di essere veneziano e di essere veneto. Questa è la nostra Piazza, la vostra Piazza, sarete sempre i benvenuti. Oggi il Leone di San Marco è su tutte le nostre case. Questa è la nostra storia: non siamo mai stati divisi, siamo sempre stati uniti».

(Ph. Luigi Brugnaro / Facebook)