Card. Parolin: «Europa in difficoltà, deve ritrovare anima»

Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, è intervenuto durante il Festival delle Religioni 2019 che si sta svolgendo a Firenze spiegando che «il fondamentalismo è sempre un segno di disperazione della ragione e di sconfitta della stessa fede. Di tutto abbiamo bisogno, meno che di una fede bellicosa. Per un cristiano la missione è quella di essere testimone della fede perchè un futuro migliore per l’umanità potrà realizzarsi solo se l’uomo sarà capace di comprendersi in un orizzonte di trascendenza».

Il cardinale vicentino ha parlato anche di Europa: «oggi si trova in grosse difficoltà, dobbiamo riconoscerlo onestamente. E io credo proprio proprio per il venir meno un po’ di quei valori che erano stati alla base della sua istituzione, della sua creazione, e che sono fondamentalmente anche valori cristiano o che perlomeno si richiamano al patrimonio cristiano, come la solidarietà, la sussidiarietà. Credo quindi che l’Europa, al di là di quelle che sono anche le scadenze elettorali, al di là di quelli che saranno anche i risultati, credo che abbia bisogno di ritrovare, usiamo una parola magari banale, la sua anima», ha concluso il segretario di Stato della Santa Sede.

(a.mat.)

Fonte: Adnkronos

(ph: imagoeconomica)