Elezioni, coppia di anziani candidati a loro insaputa

Candidati al consiglio comunale a loro insaputa. È quanto accaduto a una coppia di anziani, Renzo Venturato e Lucia Camporese, residenti a Cadoneghe (Padova). I due hanno appreso dalla stampa di essere nella lista “Civica di centro“, una delle cinque a sostegno del sindaco uscente, Michele Schiavo del Partito Democratico. Peccato che i due non ne sapessero niente e, come se non bastasse, intendono votare il principale avversario di Schiavo, il candidato sindaco della Lega, Marco Schiesaro. «Siamo stati contattati da Pierantonio Maschi», hanno raccontato i due al consigliere comunale Devis Vigolo. «Conoscevamo Maschi come un esponente di Forza Italia. Ci ha chiesto la nostra firma per la presentazione di una lista a sostegno di Schiesaro. Noi, in buona fede, abbiamo firmato. Non ci ha mai detto che saremmo stati candidati, tantomeno per Schiavo. I nostri nomi sono stati usati senza consenso e senza che ne fossimo a conoscenza».

Informato dell’episodio, Schiesaro ha provveduto a segnalarlo alle autorità competenti. «Si tratta di un fatto gravissimo», commenta il candidato di centrodestra. «Maschi ha approfittato della fiducia di due persone anziane per perpetrare una vera e propria truffa ai loro danni. Ci aspettiamo che la lista “Civica di centro” venga esclusa dalla competizione elettorale. Chiediamo pubblicamente spiegazioni al sindaco Michele Schiavo, che ci auguriamo non fosse a conoscenza di questa azione vergognosa. Esistono dei valori di lealtà, correttezza e rispetto della legge che dovrebbero costituire il prerequisito di qualunque sfida politica. Cadoneghe non può permettersi di avere alla sua guida persone che non rispettano questi principi fondamentali». (r.a.)

(Ph. Shutterstock)