Viterbo, quando stupratore CasaPound attaccava assassini Pamela

«La prossima Pamela, la prossima Desirèe potrebbe essere tua figlia, tua moglie o tua sorella. Sveglia». Così uno dei due militanti di CasaPound arrestati a Viterbo con l’accusa di violenza sessuale e lesioni ai danni di una 36enne commentava ad ottobre 2018 su Instagram i casi di Pamela Mastropietro e Desirèe Mariottini, stuprate e uccise da immigrati africani. In queste ore il profilo del consigliere comunale Francesco Chiricozzi (in foto) , già espulso dal movimento di estrema destra, è tempestato di insulti. (t.d.b.)

(ph: Instagram – Francesco Chiricozzi)

 

Tags: