Salute: lo studio, se l’olfatto peggiora più rischi di morte

Roma, 30 apr. (AdnKronos Salute) – Un cattivo senso dell’olfatto può segnalare il rischio di morte prematura. E questo perché l’incapacità di distinguere al meglio gli odori potrebbe essere un sintomo di cattiva salute. Negli anziani, ad esempio, questo problema si lega a un aumento di quasi il 50% delle probabilità di morte nei successivi 10 anni. Per indagare sul fenomeno, Honglei Chen della Michigan State University e i suoi colleghi hanno analizzato i dati di oltre 2000 persone di età compresa tra 71 e 82 anni.
La relazione tra olfatto e salute in passato è stata spesso trascurata, tuttavia crescenti evidenze scientifiche hanno suggerito che non sentire gli odori può prefigurare l’insorgere del morbo di Parkinson e persino una morte prematura. All’interno del campione arruolato per approfondire la tematica, ogni persona ha eseguito un test sulla capacità di identificare 12 odori comuni, come cannella, limone, benzina e fumo. Il team ha poi monitorato la sopravvivenza dei partecipanti fino a 13 anni dopo.
Ebbene, come riporta la rivista ‘Annals of Internal Medicine’, rispetto a coloro che avevano ottenuto un punteggio elevato nel test olfattivi, quelli che hanno identificato correttamente non più di 8 odori avevano il 46% più probabilità di morire 10 anni dopo, e il 30% in più di probabilità di morire entro la fine del periodo di osservazione. Analizzando i dati, il team ha scoperto che un senso dell’olfatto più scarso non è legato alla morte per cancro o malattie respiratorie, ma è fortemente associato a decessi dovuti al morbo di Parkinson e alla demenza. Modesto il legame con le morti per malattie cardiovascolari.
Se fino ad ora si pensava che un peggioramento dell’olfatto potesse diminuire l’interesse di una persona per il cibo, portando a perdita di peso e a un peggioramento della salute, il team ha scoperto che la perdita di peso, la demenza e il morbo di Parkinson spiegano solo il 30% circa della maggiore mortalità associata a questo deficit. Sfortunatamente – fanno notare gli esperti – le persone spesso ignorano che il loro senso dell’olfatto sta peggiorando, e raramente vengono visitate da un medico. “In futuro, dato che sono state svelate queste potenziali implicazioni per la salute, potrebbe non essere una cattiva idea includere un test dell’olfatto come parte di una visita medica di routine”, dice Chen.

Tags: , ,