Autonomia, Zaia a M5S: «un’agonia, ditemi cosa volete fare»

«Autonomia inizia a far rima con agonia». Commenta così Luca Zaia l’impasse del governo Lega-M5s sulla riforma autonomista. Il governatore del Veneto si rivolge pertanto «ai Cinque Stelle di buona volontà: ditemi che autonomia volete, che testo siete disposti ad approvare, presentatemi una qualche alternativa. Ditemi, insomma, cosa volete fare. Sono disponibile al confronto ma è frustrante trovarsi di fronte il partito dei dubbiosi, che a tutt’oggi non ha prodotto alcunché. Ed è scandaloso leggere commenti da parte di chi dimostra palesemente di non aver letto le carte».

«Il “governo del cambiamento”, come si è presentato, rischia di non cambiare nulla. Ma questo non significa fermare l’autonomia, perché l’autonomia è un processo ormai avviato ed è irreversibile. Semplicemente, la farà un altro governo, che entrerà, quello sì, nella Storia».

Fonte: Corriere del Veneto

(Ph. Imagoeconomica)