Roma, concertone 1 maggio chiude con Bella Ciao: polemiche

Non è il concertone del primo maggio se non ci sono polemiche. L’anno scorso a tenere banco era stata la costosa maglia della conduttrice Ambra Angiolini, quest’anno è la canzone con cui si è deciso di chiudere: un’esecuzione corale di Bella Ciao da parte di tutta la piazza, accompagnata dall’Orchestraccia Romana. Sui social gli utenti si sono scatenati, tra chi crede che la canzone sia di tutti gli italiani perchè fondata sui valori della resistenza e dell’antifascismo e chi invece afferma che è divisiva perchè rappresenta solo una parte del Paese.

«Poi qualcuno mi spiegherà cosa c’entra Bella ciao con il 1° maggio», scrive Luca su Twitter. «Ma Bella ciao per cosa?! Santo Cielo», twitta Giuseppe. E ancora, facendo dell’ironia sulla versione per arpa della celebre canzone, Nicola scrive: «a occhio e croce di Bella Ciao dovrebbe mancare solo la versione dei suonatori di ascella». Ma c’è anche Tina che scrive: «io e i miei eravamo a tavola e abbiamo smesso di mangiare per cantare Bella ciao, è stato un bel momento». Oppure Isabella che cinguetta «grazie ad Ambra che ha chiesto al pubblico di cantare in diretta Bella ciao. Che inno me ra vi glio so». Anche il giornalista Nicola Porro è intervenuto twittando: «Ma Bella ciao la dobbiamo sentire anche al concertone del primo maggio?». E proprio Porro aveva dato spazio al canto dei partigiani nella puntata di Quarta Repubblica di lunedì scorso. (a.mat.)

Fonte: Adnkronos

(ph: Facebook Primo Maggio Roma)

Tags: