Lazise (Vr), al Festival delle Dop le eccellenze agroalimentari venete

Dopo il successo della 5^ edizione, svoltasi l’11 novembre scorso nella Fiera di Godega Sant’Urbano (TV), va di scena ora a Lazise (VR) il Festival delle DOP venete: domenica 19 maggio, dalle 10 alle 18, il suggestivo scenario sulle rive del Lago di Garda di Dogana Veneta ospiterà l’iniziativa promossa da Regione del Veneto e Veneto Agricoltura, giunta alla 6^ edizione.

Protagonisti saranno ancora una volta i Consorzi di Tutela, altri enti e associazioni del territorio, che promuoveranno i prodotti dell’agroalimentare veneto riconosciuti dai marchi di qualità dell’Unione Europea DOP/IGP/STG e quello nazionale e regionale Qualità Verificata. Non solo: a dire la propria saranno anche gli studenti dell’IPSAR Luigi Carnacina di Bardolino (VR), che trasformeranno in invitanti assaggi i prodotti presentati e faranno degustare al pubblico gli straordinari vini esposti.

«Il Festival delle DOP è la vetrina delle eccellenze agroalimentari della nostra regione – osserva l’assessore all’agricoltura della Regione del Veneto Giuseppe Pan – che per noi rappresentano un elemento di identità, orgoglio e alta qualità che tutti ci riconoscono. Il settore food si rivela infatti uno dei pilastri della nostra economia, che dobbiamo difendere e valorizzare, per confermare il primato del Veneto nella buona tavola, nell’export agroalimentare e nella capacità di coniugare cibo, turismo, formazione e occupazione».

Tantissimi i pregevoli prodotti DOP (Denominazione di origine protetta) e IGP (Indicazione geografica protetta) al centro della kermesse: dai salumi ai formaggi, dagli ortaggi all’olio di oliva, prodotti che presto saranno svelati. «Ringraziamo il Comune di Lazise per la preziosa collaborazione, tutti i Consorzi e i partner con cui stiamo organizzando la manifestazione – aggiunge il direttore di Veneto Agricoltura Alberto Negro –. Siamo certi che sarà un successo, un’opportunità per dare il giusto lustro alle nostre eccellenze agroalimentari e farle conoscere e apprezzare anche ai molti turisti europei in vacanza sul Lago di Garda».